mercoledì 21 giugno 2017

Onetto, l'organetto e la musicoterapia per il tormentone estivo dei "dubia"

Sarebbe una jattura per le nostre agognate giornate al mare se  il tormentone invernale dei "dubia", i pianti dei quattro inascoltati Cardinali su "Amoris laetitia", dovesse tramutarsi pure in un tormentone estivo! 
Ancora una volta la saggezza della civiltà contadina potrebbe venire preventivamente in

martedì 20 giugno 2017

Il recupero dell'identità cattolica attraverso la preghiera e la penitenza

Risplendi o Chiesa della luce del Signore Risorto!
Il 26 dicembre all'Anno Santo del 2000 abbiamo avuto la percezione di una svolta del recupero liturgico: la parte più importante della tradizione identitaria cattolica.
Perchè e da chi abbiamo avuto una tale intuizione?

venerdì 16 giugno 2017

La raggiera di Chignolo d'Isola illuminata da 239 candele per la festa del Corpus Domini.

Chignolo d'Isola, per l'esposizione solenne del Santissimo Sacramento nei giorni delle Sante Quarantore che precedono la solennità del Corpus Domini, come da antica tradizione nella chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo viene allestita la"raggiera" .

La "raggiera" è stata costruita nel 1914 anche se alcune sue parti  risalgono al 1866. 



E' alta 11 metri ed è larga 8 è illuminata da 239 candele.

giovedì 15 giugno 2017

Padova, festa di Sant'Antonio. Il vescovo umilmente mischiato fra la gente. Ma una fedele reagisce: "che faccia il vescovo"!

Padova, 12 giugno 2017: Transito di Sant'Antonio. 
Una fedele che ha  partecipato alla processione storica (video QUI ) si è poi rivolta ad un blog cattolico con queste parole: "Amici, ieri sono stata alla rievocazione storica del transito di Sant'Antonio. ... 
C'era il vescovo ( Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Claudio Cipolla N.d.R.), mischiato tra la folla, vestito con pantaloni e collettino che bello, che

mercoledì 14 giugno 2017

Chi ha "passato" alla stampa la lettera del Papa ai Cardinali residenti a Roma?

E' ormai famosa la lettera che il Decano del Sacro Collegio Card. Angelo Sodano ha inviato ai suoi Confratelli Cardinali residenti a Roma con la quale i Porporati sono stati invitati a comunicare preventivamente alla Segreteria di Stato Vaticana i loro spostamenti fuori dall'Urbe.

Il difficilissimo momento storico che stiamo vivendo giustifica appieno la ripresa delle sane abitudini precauzionali del passato quando ancora non c'erano i telefoni cellulari che, comunque,  possono essere manipolati o distrutti.

Interessanti e simpatiche le riflessioni che il vaticanista Tosatti ha affidato al suo sito Stilum Curiae ( QUI )

Da parte nostra ci limiamo a porre due semplici domande: 

lunedì 12 giugno 2017

Pavia: Comunicato ufficiale del Comitato B.Veronica da Binasco «Non c’è una “nuova Chiesa”, non ci sono neanche “nuovi costumi” o nuovi peccati»

Comunicato Ufficiale n. 4
del Comitato 
“Beata Veronica da Binasco” 
– 12 Giugno 2017

( promotore della recita del S. Rosario in riparazione del “gay-pride” di Pavia, sabato 10 giugno u.s.)
“È il tempo del raccoglimento, del poco chiasso e della preghiera incessante. 
Questo è l’aspetto più militante che i cattolici possono perseguire”. 

domenica 11 giugno 2017

La rivoluzione progressista dell'informazione di massa

I progressisti controllano gran parte dei mezzi di comunicazione

(Cordialiter, link sotto ) Una lettrice è giustamente preoccupata per i devastanti effetti della propaganda progressista sulla cristianità.

Caro D.,
purtroppo, come è facile constatare, i modernisti (o progressisti, o come altro li si voglia chiamare, la sostanza non cambia, e la regia è una sola) sono stati e sono molto

giovedì 8 giugno 2017

Ti odio perchè sei tu: i mandanti dell'odio al buio delle tenebre dell'inferno!

Ti odio perchè indossi le scarpe pulite.
Ti odio perchè indossi le scarpe rosse.

Ti odio perchè non indossi le scarpe nere.
Ti odio perchè non sei uno straccione.
Ti odio perchè mi ricordi la dignità.
Ti odio perchè sei tu.
Ti odio perchè esisti.

Non occorre andare a cercare all'esterno del sacro recinto o , tanto meno, fra le istituzioni dei nemici storici della Chiesa Cattolica i feroci giacobini, fomentatori di odio contro gli uomini di Dio .

Eccoli: stanno lì, belli senz'anima, diritti e perfettini, rivestiti  della loro stessa spietatezza e crudeltà.
Hanno giurato di distruggere dal di dentro l'edificio ecclesiale ben sapendo che la caduta delle rovine colpirà e schiaccerà anche loro.

Tutto va bene e tutto è sotto controllo. 
Mercoledì scorso abbiamo avuto un importantissimo "lancio di stampa".  
Cancelliamo però il nome dell'agenzia di provenienza che l'aveva diffuso perchè ora questo "lancio" non è più presente

mercoledì 7 giugno 2017

"Non avrai altro Dio all'infuori di me" ma... in spirito di ecumenismo...

SHEFFIELD, U.K., 6 giugno 2017. Nello spirito dell' "ecumenismo" e del "dialogo" in una diocesi cattolica negli Stati Uniti  i fedeli sono stati incoraggiati a visitare i santuari pagani, ad  "inchinarsi" alle immagini pagane ivi contenute e a mangiare il cibo "benedetto" con i rituali pagani.

La Diocesi cattolica di Hallam, sotto la guida del vescovo Ralph Heskett, ha redatto delle  "linee guida" per invitare i cattolici a visitare i santuari pagani (clicca QUI).  
I fedeli sono stati pure incoraggiati di  portare fiori alla statua del Budda ed ad inchinarsi alle immagini delle ( false) divinità

lunedì 5 giugno 2017

I volti (puliti) dei giovani del "Pèlerinage de Pentecôte de Notre-Dame de Paris à Notre-Dame de Chartres" fanno dimenticare le facce furbesche e anziane degli inciuci con i poteri mondani

Puntuale  si è svolto l'atteso, annuale Pellegrinaggio "Notre-Dame de Chrétienté - pèlerinage de Pentecôte de Notre-Dame de Paris à Notre-Dame de Chartres".

Ci affidiamo soltanto alle immagini, alle foto e ai filmati di quel Pellegrinaggio annuale della Tradizione  che riescono a suscitare nei nostri cuori la doverosa preghiera di ringraziamento al Signore per il dono di tanti bambini e tanti

sabato 3 giugno 2017

Processione di Riparazione di Reggio Emilia: "diverse centinaia di fedeli per inginocchiarsi poi davanti alla Basilica della Ghiara"

Il Vaticanista Marco Tosatti, come tutti gli organi di stampa nazionali, ha riferito che "Oggi a Reggio Emilia si è svolta la processione di riparazione per il Gay Pride previsto nella città. 
Diverse centinaia di fedeli sono sfilati da piazza Duca d’Aosta fino a via Garibaldi, per inginocchiarsi poi davanti alla Basilica della Ghiara". ( tutto l'articolo QUI )
E' stata "solo" una sentita e devota processione, con preghiere, canti e  con l'Atto di Riparazione al Sacro Cuore di Gesù. 
Pubblichiamo per questo , a mo' di riflessione in questo giorno di vigilia della Santissima Pentecoste, il Comunicato Stampa che era stato redatto nei giorni scorsi dai Superiori dell'Ordine Carmelitano d'antica osservanza.
Ci piacerebbe sapere da quanto in qua i fedeli cattolici per adottare un Santo o un Beato come Patrono o Protettore del proprio gruppo di preghiera dovrebbero chiedere l'autorizzazione all'Ordine di appartenenza del Santo.
Lo scriviamo senza intento polemico ma solo come motivo di riflessione.
Ecco il Comunicato dei Carmelitani d'antica osservanza:



Carmelitani ai No-Pride: “Giù le mani dalla Beata”
L'ordine minaccia cause legali: 

"Non avete il permesso, 
non richiamatevi a Beata Scopelli". 
Gli ultracattolici: "Non è marchio ordine"

giovedì 1 giugno 2017

Francescani dell'Immacolata: "a volte ritornano" gli spietati persecutori! Un caso "umano" e "umanitario"!

"A volte ritornano"... ma a ritornare, purtroppo, sono sempre i persecutori dei Consacrati, frati e suore, dell'Istituto dei Francescani dell'Immacolata.
I poveracci perseguitati si sono abituati ed anche noi ci stiamo facendo l'abitudine...

Abbiamo scritto senza mezzi termini le nostre perplessità su alcune discutibili "scelte" che i Francescani dell'Immacolata, certamente in buona fede, avevano fatto prima del commissariamento ( V. QUI )
E' stato pure sottolineato tante volte che i fedeli, laici, hanno tutto il diritto di conoscere l'oggetto del commissariamento e delle sanzioni canoniche che da 4 anni affliggono quelle povere persone.
I fedeli debbono sapere l'oggetto di quelle continue vessazioni è un loro diritto/dovere: cosa han fatto di male? 
Dove hanno sbagliato?
Ci accorgiamo però che ci stiamo noiosamente ripetendo... già nel 2013 avevamo scritto: "
Anche se quei poveri frati avessero commesso i più turpi delitti avrebbero meritato un trattamento più  "cristiano" ! ...
A questo punto gli stessi fedeli che hanno condiviso momenti di intensa spiritualità guidati ed aiutati dai Francescani dell’Immacolata, avrebbero il diritto-dovere di conoscere di quali colpe essi si sono macchiati .
Desideriamo cioè sapere se abbiamo pregato assieme a degli impostori o se abbiamo aiutato dei pericolosi eretici o dei criminali!"


Per non essere ripetitivi cambiamo però "musica" adducendo un'altra considerazione questa volta di carattere umano e umanitario:  come si possono trattare così tante persone, giovani e/o anziani?
Qualcuno mi dica se nel "
mondo laico" ha mai assistito ad una così spietata persecuzione contro un gruppo, consistente, di persone umane senza che siano stati resi noti neppure i capi d' accusa...
AC



IL VATICANO A PADRE MANELLI: 
MANI IN ALTO, FUORI I SOLDI 
O TI SANZIONIAMO CANONICAMENTE.

di  Marco Tosatti

Non ha fine il calvario per padre Stefano Manelli, fondatore dei Frati Francescani dell’Immacolata (FFI), istituto commissariato ormai da quattro anni, senza che sia stata fornita mai dalle autorità competenti una motivazione chiara del provvedimento. 

Si parlava di una possibile “deriva lefebvrista”; il che adesso fa un po’ ridere, posto che il Pontefice è più che pronto ad accogliere gli eredi di Marcel Lefebvre con una Prelatura

mercoledì 31 maggio 2017

Mons.Luigi Conti Arcivescovo di Fermo: "Il Papa ha prorogato il mio mandato ancora per un po’ di tempo"

Fermo, 31 maggio 2017. 
Nel giorno genetliaco  S.E.R. Mons.Luigi Conti, Arcivescovo-Metropolita di Fermo,  ci uniamo volentieri a tutti coloro che hanno espresso gli auguri al loro Padre e Pastore.
Nell'Aula Magna dell'Istituto Teologico di Fermo  gli studenti del Seminario fermano (fondato nel 1577 dal Cardinale Felice Peretti, poi Papa Sisto V ) i Sacerdoti e i Religiosi hanno formulato gli auguri di buon compleanno all'Arcivescovo. ( v. articolo QUI )
Abbiamo anche lietamente appreso, condividendolo in toto,  che il Santo Padre Francesco ha prorogato di qualche mese il mandato

Padova. Sabato 3 giugno ore 11 Santa Messa in Canto nella Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria

Abbiamo ricevuto e con molto piacere pubblichiamo sottolineando la grande importanza dell'iniziativa che valorizza nei giusti spazi liturgici alcune eccelse composizioni musicali e corali concepite per la sola gloria di Dio.
Ci complimentiamo di cuore con i promotori dell'evento padovano che rivolgendosi soprattutto alle nuove generazioni propone quanto di più prezioso la Chiesa possiede: la Liturgia dei nostri padri e l'immenso patrimonio della Musica Sacra.
Ricchezza che nei nostri difficili giorni è anche  forza missionaria per la Fede.
AC 
 
Padova. Sabato 3 giugno alle ore 11:00 nella Chiesa  dedicata a S. Caterina d'Alessandria  
in via Battisti n° 245, 

Cappella dell'Università degli Studi di Padova, a pochi passi dall'antica sede del Bò, verrà celebrata una 

S. Messa Cantata in Rito Romano antico.

Verranno eseguiti scelti brani di Musica Sacra  curati dal Laboratorio di Canto Gregoriano  Concentus Musicus Patavinus rinomata istituzione che fa parte delle attività didattiche e culturali del prestigioso Ateneo di Padova.

Tutti sono invitati: fedeli e appassionati di musica sacra.

Francesco Boato 

(del Coetus "Gruppo Fedeli Miranesi").

lunedì 29 maggio 2017

Martiri Cristiani del 2017: nessuno, nemmeno i bambini hanno ceduto al meschino ricatto di rinnegare la Fede Cristiana

Isis in Egitto: dimmi se sei cristiano così ti ammazzo

Dopo l'ultima strage di cristiani copti in Egitto ci hanno raccontato che un commando composto da una decina di uomini armati di mitragliatrice, e a volto coperto, aveva aperto il fuoco su un

domenica 28 maggio 2017

Il Papa sul martirio dei cristiani copti in Egitto "questi coraggiosi testimoni, questi martiri...che si erano rifiutati di rinnegare la loro fede cristiana"

Regina Coeli del Santo Padre 
Papa Francesco

Piazza San Pietro
Domenica, 28 maggio 2017

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

Oggi, in Italia e in altri Paesi, si celebra l’Ascensione di Gesù al cielo, avvenuta quaranta giorni dopo la Pasqua. 

La pagina evangelica (cfr Mt 28,16-20), quella che conclude il Vangelo di Matteo, ci presenta il momento del definitivo commiato del Risorto dai suoi discepoli. 

La scena è ambientata in Galilea, il luogo dove Gesù li aveva chiamati a seguirlo e a formare il primo nucleo della sua nuova comunità. 

Adesso quei discepoli sono passati attraverso il “fuoco” della passione e della risurrezione; alla vista del Signore risorto gli si prostrano davanti, alcuni però sono ancora dubbiosi. 

A questa comunità spaurita, Gesù lascia il compito immenso di evangelizzare il mondo; e concretizza questo incarico con

sabato 27 maggio 2017

Cristiani in Egitto "Sanno che lì c'è il pericolo delle loro vite , eppure le loro chiese sono piene"

Di nuovo morti per il popolo copto. 
Oggi è stato attaccato un autobus.

I copti uccisi sono decine. 
Li hanno uccisi dopo aver chiesto loro se volevano rinunciare a Cristo e convertirsi. 
Sono martiri, non vittime. 

venerdì 26 maggio 2017

Egitto: strage di Cristiani nel primo giorno del Ramadan

Questa ennesima strage di cristiani in Egitto ( AGGIORNAMENTO QUI )  è stata compiuta quasi in diretta con altrettanto efferrate crudeltà contro i nostri fratelli  nelle Filippine dove azioni terribili da parte dell'Isis, che ha fatto sventolare la sua bandiera di terrore e morte nella città di Mindanao.
Il Vescovo di Malawi, i cristiani cattolici presi in ostaggio saranno presumibilmente usati come scudi umani. QUI

Nessuno parla dei contadini cristiani legati insieme e sgozzati dagli islamici nelle Filippine. QUI

Attacco a due bus di cristiani in Egitto, per ora 25 morti: 
«Ci filmavano mentre ci sparavano contro»

Questo tragico episodio, non meno grave degli efferati attentati sul suolo europeo, smentisce ancora una volta l'ostinata quanto falsa e illusoria - se non ignorante o in malafede - definizione dell'islam come religione di pace, fatta propria dall'establishment politico e, purtroppo, persino dal pontefice regnante e dai suoi corifei. 

Ricordiamo che le smentite non vengono da noi, che pur non siamo degli sprovveduti sotto il profilo storico e teologico, ma da studiosi [qui - qui - qui - qui] e dagli stessi musulmani [qui] .

Rimarchiamo che l'attacco avviene nel primo giorno del Ramadan, il mese sacro di preghiera e digiuno per gli islamici. 
E c'è chi ancora insiste nel prosternarsi a far loro gli auguri (qui - qui) nell'aspettativa di frutti spirituali. 

[Come definire questo comportamento se non utopistico, per non dire blasfemo, visto che noi sappiamo da Chi

mercoledì 24 maggio 2017

Il Cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, è il nuovo Presidente della CEI

Abbiamo conosciuto il Card.Gualtiero Bassetti quando,  premuroso Padre e Pastore, ha voluto celebrare in due occasioni per i suoi figli d'adozione legati alla spritualità della Liturgia latino/gregoriana  la S.Messa nel venerabile rito romano antico nella Sua Città Episcopale.
Il Cardinale, da oggi nuovo Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, ha in attivo a Perugia due "centri messa" in rito romano antico in altrettanti artistiche chiese del centro storico.
Rivolgiamo  una particolare preghiera alla Santissima Vergine Maria invocata e venerata a Perugia con il Titolo di Madonna delle Grazie perchè assista il Cardinale Bassetti nel suo nuovo difficile incarico di

martedì 23 maggio 2017

Mons. Luigi Negri ai giovani morti di Manchester "un momento silenzioso di rispetto. Innanzitutto per le vostre vite falciate dall’odio del demonio, ma anche per la verità."

La commovente "lettera" di Mons. Luigi Negri idealmente rivolta, in forma di preghiera, ai giovani morti di Manchester.
Preghiamo, preghiamo, preghiamo!

Carissimi figli,
mi sento di chiamarvi così anche se non vi conosco. 
Ma nelle lunghe ore di insonnia che hanno seguito l’annuncio di questo terribile attentato, in cui molti di voi hanno perso la vita e molti sono rimasti feriti, vi ho sentiti legati a me in un modo speciale.

Siete venuti al mondo, molte volte neanche desiderati, e nessuno vi ha dato delle «ragioni adeguate per vivere»,

lunedì 22 maggio 2017

Reggio Emilia 3 giugno: Processione in riparazione del gay-pride "la Chiesa non può tacere la verità, perché verrebbe meno alla fedeltà verso Dio Creatore" San Giovanni Paolo II


Il Comitato “Beata Giovanna Scopelli”, organizzatore della processione che si terrà in Reggio Emilia il 3 giugno, in riparazione del gay-pride, ci ha comunicato il nuovo percorso:

- Ritrovo alle ore 10.30 a Porta Santo Stefano.

- Partenza della processione alle ore 10.45.

- Sosta davanti al Santuario della Beata Vergine Maria della Ghiara, con la recita dell’Atto di riparazione al Sacro Cuore, composto da Pio XI.

-  Conclusione in piazza Roversi.
 
(Cfr. Riscossa Cristiana QUI )

Il Coordinamento Nazionale Summorum Pontificum ha emesso questo Comunicato:

Il 3 giugno prossimo si terrà a Reggio Emilia un gay pride promosso dall’Arcigay reggiana in collaborazione con i comitati Arcigay di Bologna, Parma, Piacenza, Modena e Mantova, destinato, come informano gli organizzatori, a sostenere i cosiddetti matrimoni egualitari, invocandone l’introduzione nel nostro ordinamento.

Eventi simili, diventati ormai quasi abituali, non cessano di suscitare la ferma e accorata indignazione dei fedeli cattolici, che non possono e non devono rassegnarsi a considerare normale un così grave pubblico scandalo: cioè un’occasione in cui il peccato di sodomia – che grida verso il Cielo (CCC 1867) – viene proposto come modello di vita addirittura

sabato 20 maggio 2017

L'anti-chiesa degli insulti e dell'oppressione deprime e allontana i fedeli con psichiatrica bruttezza

I fautori dell'anti-chiesa stanno deprimendo i fedeli con lo scopo di allontanarli dalla  salvezza!
Essi risponderanno davanti al supremo tribunale di Dio delle loro diaboliche macchinazioni!
Sentendosi ormai padroni del potere i giacobini dell'anti-chiesa sono passati al linguaggio degli insulti ( vedi QUI )
I rivoluzionari dell'anti-chiesa odiano la Bellezza che viene da Dio e vogliono sconfortare i fedeli affliggendoli con delle trappole psicoanalitiche d'inaudita bruttezza.
La prima immagine che postiamo si riferisce alla Benedizione Eucaristica, seguita alla Messa (foto 3) e alla processione,  a conclusione del  viaggio apostolico del Papa per il Centenario delle apparizione della Beatissima Vergine a Fatima e la Canonizzazione di Francesco e di Giacinta.
L'altare dove il Santo Padre ha celebrato è scuro (=nero); i candelieri scuri (= neri) sono stati messi a nord e a sud dell'altare

venerdì 19 maggio 2017

Card.Timothy Dolan "La Messa è ancora più importante per la salute della nostra anima"

Il cardinale Dolan: «La Messa è noiosa? 
È un problema vostro, non della Messa». 
E spiega perché

di Timothy Dolan*

“La Messa è così noiosa”.

Quante volte voi genitori l’avete sentito dire dai vostri figli la domenica mattina? 
Quante volte i nostri insegnanti e i nostri catechisti l’hanno sentito mentre preparavano i bambini per la Messa? 
E, ammettiamolo, quante volte noi stessi ce lo siamo detti?

Cosa dire di fronte a una frase così infelice e quasi sacrilega? 
Beh, innanzitutto: “No, non è così!”. 

Uno può trovare la Messa noiosa, ma è un problema suo, non della Messa.

mercoledì 17 maggio 2017

Reggio Emilia risplende di fede irradiata dalla Vergine Maria

Reggio Emilia: "Circa 5 mila reggiani alla consacrazione a Maria"
Grande partecipazione sabato 13 maggio per l’atto di affidamento della Diocesi al Cuore Immacolata di Maria nel centenario delle apparizioni della Madonna a Fatima.
Al termine della processione partita dalla Basilica della Ghiara, il vescovo Massimo ha pronunciato l’omelia e l’atto di consacrazione a Maria Santissima.
Sentiamo nel cuore il "dovere" spirituale di ringraziare commossi il Vescovo e i Suoi collaboratori per aver donato alla Diocesi e all'Italia  questa stupenda testimonianza di Fede e di devozione alla Madonna Santissima. 

"La nostra scala verso Dio ha bisogno di gradini, di aiuti. 
Il primo e più grande aiuto è lei, l’Ausiliatrice, Maria".

Maria, Ausiliatrice dei Cristiani, prega per noi!


Omelia di Mons. Massimo Camisasca

Cari fratelli e sorelle,

Gesù, prima di spirare sulla croce, ha detto, con un filo di voce a sua madre, rivolgendo per un attimo lo sguardo a Giovanni: Ecco tuo figlio. 
E all’apostolo amato: 
Ecco tua madre (Gv 19,25). 
In quelle brevi e intense parole iniziava il mistero di tutti i tempi, il tempo della Chiesa, il tempo che ci prepara alla venuta di Cristo nella gloria, quando giudicherà i vivi e i morti e consegnerà ogni cosa al Padre (cfr. 1 Cor 15,24), perché Dio sia tutto in tutti (1 Cor 15,28).


Il nostro è il tempo in cui Gesù attira a sé ogni cosa, in cui chiede a ogni uomo e donna di aprirsi al suo invito: Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò (Mt 11,28). Perché miliardi di persone ancora non conoscono questo invito? 

420 Vescovi e Cardinali hanno celebrato la S.Messa in rito romano antico

Summorum Pontificum: con Felix Gmür (Basilea) 420 vescovi e cardinali hanno celebrato in rito antico

Summorum Pontificum: con Felix Gmür (Basilea) 420 vescovi e cardinali hanno celebrato in rito antico
Un’immagine della Messa in rito romano tradizionale celebrata da monsignor Felix Gmür, vescovo di Basilea, in visita alla casa delle Suore Adoratrici del Cuore Regale di Gesù Cristo Sommo Sacerdote (ramo femminile contemplativo dell'Istituto Cristo Re Sommo Sacerdote) a Le Noirmont, in Svizzera.
Con Gmür, secondo il conto del sito Accion Liturgica,  sono

lunedì 15 maggio 2017

Non abbiamo proprio nulla da imparare dai nostri fratelli della Grecia? Il popolo è fedele alla propria fede!

Una folla ha accolto, ad Atene, le reliquie di Sant’Elena e della Croce

La cosa che colpisce di più è la devozione di tutti, dalla gente comune al presidente della repubblica. 

Chi ieri pomeriggio era ad Atene, ad accogliere le reliquie di Sant’Elena Imperatrice e un frammento della croce di Cristo, descrive così ciò che ha visto.

Per la Chiesa ortodossa greca, ma anche per larga parte della comunità civile, è stato un evento. 

Dopo più di ottocento anni, durante i quali i resti mortali della

venerdì 12 maggio 2017

Fatima 2017 "presi per mano della Vergine Madre" confidiamo"nella forza rivoluzionaria della tenerezza e dell’affetto"

FATIMA, 
SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DI FÁTIMA Cappellina delle Apparizioni,
Venerdì, 12 maggio 2017
il saluto del
PAPA
in occasione del
PELLEGRINAGGIO 
nel centenario delle 
Apparizioni della Beata Vergine Maria alla Cova da Iria

Cari pellegrini di Maria e con Maria!

giovedì 11 maggio 2017

Il clero modernista ha devastato la Chiesa: il male del progressismo è penetrato in profondità nella Chiesa inquinando seminari, libri di teologia, pastorale, liturgia e arte sacra.

In questi giorni "mariani" postiamo un Articolo, veramente ispirato,  sullo stato attuale della Chiesa Cattolica devastata da decenni dalla feroce "dittatura" dei preti modernisti/progressisti. 
Vogliamo esprimere anche in questa occasione il  nostro sentimento laudativo e riconoscente verso quei Consacrati e quelle Consacrate eroicamente e santamente virtuosi ( ce ne sono tanti!). Grazie anche alle tante Curie Diocesane ed alle tantissime Istituzioni Cattoliche  che tanto bene spirituale e assistenziale riversano sulle donne e sugli uomini schiacciati ed umiliati da quei poteri mondialisti che pensano solo al loro profitto.
L'Articolo   ci sprona  a rafforzare la consapevolezza di essere piccoli "servi inutili"  della nostra Madre la Santa Chiesa Cattolica. 
Ringraziamo l'Autore dell'Articolo per la saggezza delle sue riflessioni!
Maria, Madre della Chiesa, prega per noi!
AC
 
Chi salverà la Chiesa? 
Il clero l’ha devastata, i laici la salveranno

di Francesco Lamendola

È molto, ma molto improbabile che la Chiesa possa essere salvata dal clero, da quello stesso clero, profondamente infiltrato dall’eresia modernista – con tutto ciò che ne consegue, a cominciare dalla smania malsana di voler piacere al mondo e andare d’accordo con il mondo, anche nelle sue manifestazioni più aberranti – che l’ha condotta a un passo dal disastro e che l’ha fatto scientemente, pervicacemente, testardamente e orgogliosamente. 

No: il male del modernismo è penetrato troppo in profondità, ha inquinato tutto, i seminari, i libri di teologia, la pastorale, la liturgia, perfino l’arte sacra: un’architettura che sa più di fabbrica o di palazzo dei congressi, che di chiesa; una pittura e una scultura che riflettono le angosce dell’immanenza radicale, non l’anelito verso Dio; una musica “sacra” che di sacro non ha più nulla, ma che è sempre più sguaiata, frivola, banale e mondana, e che, invece di elevare l’anima verso il cielo, la trascina nel ritmo quotidiano delle cose di quaggiù, e fa perno non su Dio, ma sull’ego dell’uomo. 

Lo si vede, fra l’altro, da come cantano i bambini, e spesso anche gli adulti, nei cori parrocchiali, durante la santa Messa: buttando fuori la voce con petulanza, con superficialità, con il narcisistico desiderio di attirare l’attenzione su di sé, e non suggeriscono a chi ascolta, e tanto meno a se stessi, il senso della trascendenza, della spiritualità, della mistica purezza che predispone all’incontro con Dio. 

E tutto questo è avvenuto con la connivenza, o – più spesso – con l’attiva ed entusiastica partecipazione, perfino con il forsennato incitamento, del clero. 

Un clero totalmente fuorviato dal senso ultimo della propria missione, totalmente secolarizzato, totalmente immerso nelle dinamiche sociali, nel senso deteriore della parola: l’emotività, la polemica, il rancore, il gusto della contraddizione e della contrapposizione, non di rado rivolti proprio contro la Chiesa, la propria madre, contro la Gerarchia e contro il Magistero, e anche contro il sommo pontefice: beninteso, quando si trattava di Benedetto XVI, non certo ora che, finalmente, il papa è uno dei loro.

martedì 9 maggio 2017

La "Linea Sacra" di San Michele Arcangelo che taglia l’Europa per oltre 2.000 km

La linea di San Michele: l’itinerario dei 7 santuari allineati



Sette santuari, dall’Irlanda fino in Israele, uniti da una linea retta. 

È questa la misteriosa e suggestiva Linea Sacra di San Michele che per oltre 2.000 km taglia l’Europa collegando sette monasteri dedicati all’Arcangelo Michele

Questa linea è una delle cosiddette ‘ley lines’ ossia delle linee rette che toccano punti importanti del mondo, posti

lunedì 8 maggio 2017

Quando ci si distacca dal Papa e dalla Curia Romana non si sa dove si va a finire

Per rafforzare in Inghilterra  il suo Atto di Supremazia (Act of Supremacy) "re Enrico VIII nel 1536 aveva ordinato delle «Preghiere universali» in lingua volgare, grazie alle quali, sotto forma di petizioni abilmente composte, si presumeva di far esprimere al popolo idee politiche e teologiche corrette. Bisognava anzitutto che la gente si rendesse conto che il Re era il capo supremo della Chiesa d'InghiIterra. 

domenica 7 maggio 2017

San Josè Sànchez Del Rio: la commozione dei fedeli che hanno baciato la sua reliquia

E' normale  che di fronte al Martirio di un adolescente ci si commuova ancor di più.
Ci sono stati due giorni di semplice, quasi improvvisato, "peregrinatio" della Reliquia del Martire San Josè Sanchez del Rio, venerata nella chiesa del Sacro Cuore (dei sacconi) di Tolentino attualmente chiusa a causa del sisma che ha scolvolto la Città.

Sabato 6 maggio nell'Insigne Collegiata di Potenza Picena, in occasione del tradizionale raduno di alcune Confraternite nella popolare festa esterna dell'Invenzione della Santa Croce ( popolarmente detta "festa delle crocette").  

Domenica 7 maggio nel Santuario di Campocavallo di Osimo al termine della Messa domenicale in rito antico. 

Abbiamo quasi toccato con mano il desiderio dei Fedeli di "abbracciare" il giovanissimo Martire di Cristo per ringraziarLo della meravigliosa testimonianza data con il suo sangue innocente per difendere la Fede e la Chiesa Cattolica!

San Josè intercedi presso Gesù affinchè anche noi nei difficilissimi giorni che ci attendono

giovedì 4 maggio 2017

Fatima, vero e proprio “pugno nello stomaco” per il cristianesimo ammodernato, colpisce quella falsificazione della vita della Chiesa spacciata come “aggiornamento”

FATIMA E' UN FATTO, 
NON UN'ERMENEUTICA.

Fatima è un fatto, punto e basta.
Se c'è una cosa che tutti devono riconoscere nel centenario delle apparizioni della Madonna in terra di Portogallo, è che da Fatima non si può prescindere. 

Sia che tu le riconosca come vere, sia che tu rimanga come un po' in sospeso, da Fatima non puoi esulare: essa segna una “botta” di cristianità in mezzo al secolo più laico che la storia abbia mai conosciuto; segna un emergere della coscienza cattolica, più puramente cattolica che si possa immaginare, alla vigilia della seconda guerra mondiale e di quella che viene da molti chiamata la terza guerra mondiale, cioè il Concilio Vaticano II e il suo turbolento post- concilio.


Il fatto stesso che la Chiesa non le abbia sconfessate, ma anzi riconosciute ripetutamente, anche con il pellegrinaggio di suoi tre Papi (il quarto, l'attuale, è in procinto di recarvisi), pone le apparizioni di Fatima al centro della storia della